Ultima modifica: 22 Aprile 2021

Gare e Olimpiadi

Le Olimpiadi di Italiano sono una competizione nazionale e internazionale indetta dal MIUR in collaborazione con le più importanti Istituzioni volte alla promozione e allo studio della lingua italiana, tra le quali l’Accademia della Crusca: sono  rivolte agli studenti degli Istituti secondari di secondo grado e inserite nel Programma annuale di valorizzazione delle eccellenze.
Si tratta di gare che prevedono esercizi e questionari di ortografia, morfologia, sintassi, punteggiatura, lessico e testualità  e si propongono le finalità seguenti:
incentivare e approfondire lo studio della lingua italiana, elemento essenziale della formazione culturale di ogni studente;
sollecitare l’interesse e la motivazione a migliorare la padronanza della lingua italiana;
promuovere e valorizzare il merito, nell’ambito delle competenze linguistiche in Italiano.
La competizione si articola nella  categoria JUNIOR, per gli studenti del primo biennio,  e SENIOR, per gli studenti del triennio, in tre fasi: Gara di Istituto, Gara Semifinale e  Finale Nazionale.
Le prime due si svolgono su tutto il territorio nazionale in modalità online su piattaforma con prova eguale per tutti gli studenti, mentre la Finale viene di norma affrontata in presenza in una città italiana (Firenze, Torino, Roma nelle passate edizioni).
 
Gli esercizi proposti nelle prime due fasi abbracciano diversi ambiti della grammatica e intendono stimolare con esercizi opportuni abilità cognitive e capacità di ragionamento. Nella prova finale le prove mirano a saggiare competenze più specifiche: fare inferenze, riassumere e individuare la tesi di un testo argomentativo, produrre un breve testo funzionale e un testo creativo.
 
Le Olimpiadi di Italiano sono giunte nel 2021 alla loro undicesima edizione e sono diventate negli anni un appuntamento fisso per le scuole, italiane e straniere, un evento negli anni sempre più seguito, con la partecipazione di centinaia di scuole e decine di migliaia di studenti.
Il Liceo Majorana vi ha aderito  a partire dal 2013, anno in cui un nostro studente è arrivato in Finale Nazionale, conquistando il quarto posto.
Le Olimpiadi della Matematica sono gare rivolte ai ragazzi delle scuole secondarie di 2° grado. Ai partecipanti si richiede di trovare dimostrazioni e tecniche creative per risolvere quesiti e problemi non sempre elementari. Lo scopo è quello di avvicinare gli studenti al tipo di problem solving che i matematici di professione incontrano quotidianamente nel loro lavoro e di mostrare una matematica diversa e più accattivante di quella in cui bisogna applicare meccanicamente formule. In Italia le varie fasi della manifestazione sono curate dall’Unione Matematica italiana, si svolgono regolarmente in Italia dal 1983 e sono la più antica e seguita gara di matematica a livello nazionale. A partire dal 1959 le Olimpiadi sono organizzate ogni anno in una nazione diversa e vedono la partecipazione di più di 100 nazioni.
I Giochi di Archimede sono la prima fase delle Olimpiadi di Matematica, che si svolge a novembre e coinvolge circa 200 000 studenti all’interno delle proprie scuole.
Le Gare Distrettuali sono la seconda fase e si svolgono a febbraio in circa 100 sedi in tutta Italia. Sulla base dei risultati, 300 studenti vengono selezionati per partecipare alla finale nazionale.
La Finale Nazionale delle Olimpiadi di Matematica si tiene ogni anno a Cesenatico all’inizio di maggio. Gli studenti si affrontano nella soluzione di sei difficili problemi dimostrativi. Si tratta di una kermesse di tre giorni, al di là della competizione, per i partecipanti è un’occasione imperdibile di incontrare altri studenti provenienti da tutta Italia, che condividono la passione per la matematica. I migliori sei studenti formano la squadra rappresentativa italiana.
http://olimpiadi.dm.unibo.it/
Matematica senza Frontiere (per gli studenti dei primi tre anni) competizione di carattere internazionale che si distingue dalle altre di matematica proposte alle scuole perché non si rivolge solo all’eccellenza ma all’intera classe.
Propone esercizi che stimolano la fantasia e l’inventiva, la razionalizzazione e la formalizzazione di situazioni quotidiane e/o ludiche oltre a promuovere il lavoro di squadra.
http://www.matematicasenzafrontiere.it
Le Olimpiadi della Fisica sono una competizione annuale organizzata in Italia dall’Associazione per l’Insegnamento della Fisica, per incarico del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Scientifica, per gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado. Nel nostro istituto partecipano gli studenti del secondo biennio e del quinto anno.
La competizione si svolge in tre fasi distinte. La prima si svolge nel mese di dicembre nelle scuole che vi partecipano e coinvolge circa 50.000 studenti. La fase locale si svolge nel mese di febbraio in 54 poli dislocati su tutto il territorio nazionale. La fase finale si tiene generalmente a Senigallia nel mese di aprile.
Tra i vincitori delle Olimpiadi della Fisica vengono selezionati gli studenti che partecipano a un’ulteriore selezione che avviene nel mese di maggio per la definizione della squadra italiana che partecipa alla competizione di livello superiore definita IPhO, Olimpiadi Internazionali della Fisica.
Gli studenti migliori delle Competizioni Nazionali, sia per Olimpiadi di Matematica che di Fisica, vengono premiati con medaglie d’oro, argento, e bronzo, in base a diverse fasce della classifica, ed entrano nell’Albo Nazionale delle Eccellenze del Ministero dell’Istruzione.
https://www.olifis.it/
Olimpiadi delle Scienze Naturali
Olimpiadi Internazionali di Biologia e Olimpiadi Internazionali di Scienze della Terra

L’ANISN, Associazione Nazionale Insegnanti Scienze Naturali, organizza le Olimpiadi delle Scienze Naturali. L’iniziativa, rivolta a tutti gli indirizzi della scuola secondaria superiore, è promossa dalla Direzione Generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione del MIUR.
Le Olimpiadi delle Scienze Naturali perseguono i seguenti obiettivi:
> fornire agli studenti un’opportunità per verificare le loro inclinazioni e attitudini per lo studio e la comprensione dei fenomeni e dei processi naturali;
> realizzare un confronto tra le realtà scolastiche delle diverse regioni italiane;
> individuare nella pratica un curricolo di riferimento per le Scienze Naturali, sostanzialmente condiviso dalla variegata realtà delle scuole superiori italiane;
> confrontare l’insegnamento delle scienze naturali impartito nella scuola italiana con l’insegnamento impartito in altre nazioni, in particolare quelle europee;
> avviare, alla luce del confronto effettuato con realtà scolastiche estere, una riflessione sugli eventuali aggiustamenti da apportare al curricolo di riferimento.
Per approfondimenti: OliBando2021.
Giochi e Olimpiadi Internazionali della Chimica
I Giochi della Chimica sono nati nel 1984 in Veneto e per tre anni hanno avuto una dimensione regionale. Nel 1987 i Giochi divengono un evento nazionale, e da allora si articolano in tre fasi: una regionale, una nazionale ed una internazionale. I Giochi della Chimica, rivolti a tutti gli studenti delle scuole secondarie superiori italiane, hanno l’obiettivo di stimolare nei giovani l’interesse per questa disciplina. Organizzati dalla Società Chimica Italiana su affidamento del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca si svolgono grazie al supporto operativo delle Sezioni della Società che curano la fase regionale dei Giochi. Recentemente il MIUR ha inserito i Giochi e le Olimpiadi della Chimica tra le iniziative di valorizzazione delle eccellenze riguardanti gli studenti delle scuole secondarie superiori.
Per approfondimenti: Giochi della chimica.
Come accordo tra MIUR – Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ed AICA – Associazione Italiana per l’Informatica ed il Calcolo Automatico, viene promossa la partecipazione degli studenti della scuola secondaria superiore alle Olimpiadi Italiane di Informatica.
L’evento assume particolare significato in quanto costituisce occasione per far emergere e valorizzare le “eccellenze” esistenti nella scuola italiana, con positiva ricaduta sull’intero sistema educativo. A maggior ragione, se si considera che le discipline scientifiche hanno un valore strategico sia per lo sviluppo della ricerca scientifica e tecnologica sia per la formazione culturale e professionale dei giovani. Inoltre, attraverso iniziative come le Olimpiadi di Informatica si creano le precondizioni per preparare gli studenti al lavoro ed agli ulteriori livelli di studio e ricerca. 
Link al sito ufficiale: www.olimpiadi-informatica.it
Sulla base di specifico Protocollo di Intesa del 2015 tra l’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia e la Consulta Universitaria degli Studi Latini (CUSL), la Certificazione delle Competenze di Lingua Latina (CLL) è un test che mira a fornire un riconoscimento della padronanza della lingua latina.